A.E.K Imene vs Nuraghe Arrubiu

Riepilogo

Sarà AEK Imene – Nuraghe Arrubiu la sfida che concluderà la terza giornata della CUS Cagliari Cup.
Sono gli AEK a partire all’assalto e ad alzare i ritmi, provandoci prima con Soddu, che la spunterazza alle stelle, e poi con i doppi tentativi di Serpi e Zoroddu. Per i Nuraghe il primo tentativo è quello dell’esperto Vargiu, che tenta il classico tiro con la punta ma il tiro è da dimenticare. La partita è abbastanza confusa per diverse frazioni di gioco e le due squadre non riescono a rendersi veramente pericolose. Ci provano, entrambi su punizione, Zoroddu da una parte e Casale dall’altra, ma senza andare a segno. L’occasione più ghiotta capita ai Nuraghe, con Carta Matteo bravo a saltare l’uomo ma è altrettanto bravo Porta a toccare la palla il tanto che basta a farla finire sul palo. Porta salva quindi la sua porta (meme del ragazzo che ride).
Le due squadre creano diverse azioni e arrivano spesso al tiro, ma al momento decisivo non riescono a concretizzare, calciando addosso ai portieri o sparando a lato. Il primo tempo si conclude quindi sullo 0-0, dopo due belle giocate di Casale. La ripresa si apre con lo stesso andazzo del primo tempo: squadre che attaccano ma non concretizzano e continui ribaltamenti di fronte.
Il primo tiro è di Vargiu per i Nuraghe, che riceve palla e prova la “trivela” sotto il sette, ma Porta è attento. Dall’altra parte il più pimpante è Serpi, che dribbla la difesa ma trova la buona parata di Murtas. A provarci sono ancora i Nuraghe con Rocchigiani, che sbatte addosso a Porta da buona posizione non sfruttando una punizione battuta a sorpresa. La palla sembra fregarsene di voler entrare in porta, ma le squadre non mollano e continuano a provarci in ogni modo. Ci va vicino ancora una volta Soddu, che scheggia il palo. Qualche istante dopo ghiottissima occasione per i Nuraghe, con Casale che salta due uomini e serve Carta Riccardo, che prova con un improbabile scavino e sciupa ancora il vantaggio per i suoi. La partita non vuole sbloccarsi, tant’è che Carta Riccardo prova a farsi un’autorete, ma Murtas “rovina” tuttoe para con un ottimo riflesso. Serve una giocata al limite del regolamento per sbloccare la partita quasi allo scadere: durante una ripartenza Serpi entra al posto di Soddu direttamente in attacco, prendendo completamente alla sprovvista la difesa Nuraghina, nel 2 contro uno col portiere Seoni passa la palla a porta vuota a Serpi che non può sbagliare. È tutto vero, c’è stato un gol di questa partita. Dopo il vantaggio AEK la partita prende una piega strana, vola qualche tibia e i portieri decidono di avventurarsi in zona d’attacco. Il primo a farlo è Murtas, che si lancia perdendo palla, ma per sua fortuna viene graziato, poi Porta, che non volendo essere da meno si allunga la palla e si lancia a kamikaze contro il povero Casale, stendendolo. Sul finale Serpi può fare 2-0 a tu per tu ma il suo tocco sotto non trova fortuna. Sul ribaltamento di fronte è ancora Murtas a lanciarsi all’attacco e ha la palla dell’incredibile 1-1, ma la spreca calciandola in maniera sbilenca a lato. La partita si conclude quindi sull’1-0, soffertissimo, per gli AEK Imene.

Il migliore di Nuraghe Arrubiu: senza dubbio Casale, che detta il gioco dalle retrovie e crea le azioni più pericolose per i suoi.

Il peggiore di Nuraghe Arrubiu: nonostante tutto il suo impegno il peggiore è Rocchigiani, che davanti alla porta in più occasioni non riesce a finalizzare.

Il migliore di AEK Imene: sia per il gol sia per le azioni create l’MVP di serata è Serpi, che grazie alle sue scorribande è riuscito a portare i 3 punti ai suoi.

Il peggiore di AEK Imene: non è di fatto il peggiore in campo, ma è Costorella che merita questo premio per l’ignoranza con cui si fa ammonire per proteste all’arbitro.

Dettagli

Data Ora League Stagione
Novembre 21, 2018 9:00 pm 3° Giornata Andata 2018

Stadio

Campo A
Via Is Mirrionis, 3, 09121 Cagliari CA, Italia

Risultati


KO KO FT