University Rock Cafe vs A.E.K Imene

Riepilogo

Nel secondo incontro di giornata University Rock Cafè supera di misura AEK Imene con il risultato di 4-3 e accorcia le distanze col quarto posto in classifica.

AEK privo del suo portiere titolare Porta schiera al suo posto Ibba R.

Il primo tempo è abbastanza equilibrato. Il primo tiro verso la porta è di Zoroddu ma è centrale tra le braccia di Sulis. Risponde Dessì, lanciato in contropiede da Pisu supera Ibba R. con uno scavetto ma non trova lo specchio di porta. Dopo nemmeno tre minuti, uno svarione proprio del portiere aekappino regala il vantaggio agli University: Ibba R., nel tentativo di rinviare, calcia addosso a Dessì e la palla carambola in rete.

I gialli devono far fronte a questa partenza ad handicap e vanno vicini al pareggio con Piredda M. che da due passi non riesce a ribattere in rete una respinta corta di Sulis. Dall’altra parte Dessì fa il bello e il cattivo tempo e serve un cioccolatino per l’accorrente Ladu che spreca calciando alto. Poco dopo Loddo scalda il destro impegnando Ibba R. alla respinta in tuffo. Lo stesso Loddo, direttamente da rimessa laterale, serve Dessì tutto solo al limite dell’area ma l’11 calcia troppo centralmente. Nell’azione successiva, la difesa AEK ruba palla e si lancia in ripartenza, Soddu porta palla, scambia con Zoroddu e poi elude l’intervento di Sulis con una finta e appoggia in rete per l’1-1.

La parità dura solo un minuto; a romperla è Loddo con un calcio di punizione dalla distanza: la doppia deviazione inganna Ibba R. che non riesce a deviare. I gialli si fanno ancora pericolosi con un’azione piuttosto confusa, Zoroddu riesce a ripulire col tacco per Soddu che, di punta, trova soltanto l’esterno della rete. Poco dopo Piredda M. conquista un rigore e si incarica della battuta, ma per due volte sbatte su Sulis. L’estremo difensore non può nulla sul tiro deviato di Zoroddu, servito da Piredda M. dopo un’azione quasi cestistica, che vale il 2 a 2.

Dopo un periodo di riposo torna a farsi vedere Dessì che prova a piazzare di testa ma non è preciso e mette sull’esterno della rete.

 

Nel secondo tempo i neri partono all’arrembaggio con Loddo che chiama Ibba alla respinta di piede. Ancora Loddo difende palla sul lancio di Sulis e imbuca per Dessì sulla sinistra, l’attaccante prova il tocco in controtempo ma la palla sfila a lato. Ancora una chance per Ladu che, di testa sottomisura, non riesce ad indirizzare verso la porta un cross dalla destra. Il vantaggio è nell’aria e arriva puntuale, ancora una volta con un calcio di punizione di Loddo: stavolta è Ibba a consegnarsi mettendo soltanto un uomo in barriera e lasciando troppo spazio al destro potente del numero 7.  Il risultato è ancora in bilico e i gialli rischiano di riacciuffarlo in due occasioni, prima con Seoni lanciato in contropiede da Barca, trova le gambe di Sulis; poi Lorrai che prova a concludere di prima dal calcio d’angolo ma la palla è alta.

L’anticipo di Ibba A. concede una palla gol a Seoni, che salta il suo diretto avversario ma calcia di poco sopra la traversa. AEK non riesce a pareggiarla e University decide di chiuderla. Il poker arriva ancora con un calcio piazzato, stavolta a batterlo è però Ladu: punizione di seconda concessa per un retropassaggio irregolare al portiere, Ladu tira forte in mezzo alla barriera e trova una deviazione che beffa Ibba R.

Nel finale AEK si butta avanti cercando di creare confusione con dei lanci lunghi. In occasione di uno di questi la difesa universitaria va in bambola, Ladu, tutto solo, salta in maniera scoordinata e devia all’indietro direttamente nella sua porta. L’autogol porta il punteggio sul definitivo 4-3 che mantiene accese le speranze di qualificazione per University.

 

Tra i vincitori, il titolo di migliore va a Loddo, prestazione corposa anche in fase difensiva oltre ai due gol.

Nella compagine AEK prestazione molto positiva per Seoni.

Video

Dettagli

Data Ora League Stagione
Febbraio 13, 2019 9:00 pm 5° Giornata Ritorno 2018

Stadio

Campo A
Via Is Mirrionis, 3, 09121 Cagliari CA, Italia

KO KO FT