Nuraghe Arrubiu vs Baronia United

Riepilogo

L’ultimo quarto di finale vede la sfida tra Nuraghe Arrubiu e Baronia United. I rossi, al gran completo per l’occasione, danno del filo da torcere ai più quotati avversari, che arrivano da favoriti dato il secondo posto in classifica conquistato nella fase a gironi, ma devono fare a meno del loro attaccante Brundu. La partita è per gran parte equilibrata e il risultato resta in bilico fino ai minuti finali, nei quali i Baronia riescono a spuntarla grazie al maggior cinismo sotto porta.

 

Il match parte abbastanza a rilento, ci vogliono tre minuti per vedere il primo tiro verso la porta: è Muscau, volto nuovo dei Nuraghe, a cercare l’angolino con un rasoterra dalla distanza, deviato in corner dal tuffo di Murru. Risponde Mannazzu dall’altra parte, con un tiro dal lato destro dell’area respinto da Murtas. Nell’azione successiva, ripartenza fulminea di Muscau che supera di slancio il diretto marcatore, poi nell’uno contro uno con Murru, cerca di mandarlo fuori tempo con una finta, ma l’estremo difensore, con un balzo felino, gli toglie il pallone dai piedi.

Nel primo tempo le occasioni da gol latitano ma al 10′ minuto, Pilosu trova il vantaggio per Baronia, con un mancino teso dalla trequarti che si infila nell’angolo basso alla sinistra di Murtas.

Un minuto dopo dà segnali di vita anche Casale, che scarica un gran destro dalla distanza diretto all’incrocio sventato dal tuffo plastico del portiere baroniese. Al ventesimo però Nuraghe ristabilisce la parità: azione prolungata con protagonista Muscau che, inizialmente, si fa ribattere una conclusione ravvicinata da Murru, poi nel prosieguo dell’azione, lo stesso Muscau viene servito tutto solo a centro area, prima conclusione che sbatte su Murru, il pallone si alza e il 10, favorito dalla sua alta statura, riesce a ribadirlo in rete di testa.

Si va a riposo sull’1 a 1.

 

La ripresa è più aperta e ci sono diverse occasioni da gol, da una parte e dall’altra. Si inizia con Pilosu, che approfitta di un’incomprensione tra due nuraghini, scende lungo la fascia destra e prova la puntata sul primo palo ma Murtas copre bene e devia in angolo.

Ripartenza più convinta quella dei Baronia che sprecano per due volte la chance per il vantaggio, prima con Pilosu, servito da Caria a centro area, è troppo lento nel controllo e perde il tempo per la battuta; poi Casale compie un clamoroso salvataggio sulla linea sul tiro a botta sicura di Mannazzu tenendo in piedi i suoi. Anche un palo colpito da Baronia, con il mancino di Caria, l’uomo più pericoloso in questa fase.

Muscau prova a scuotere i suoi con un’azione personale e un diagonale dalla distanza, semplice però per Murru che controlla in due tempi. Nuraghe rischia di trovare il vantaggio con un’azione rocambolesca: tiro cross dalla destra di Casale, la palla deviata sbatte sui piedi di Muscau che, per poco, non prende in controtempo Murru e infila nell’angolino, ma il tocco involontario è troppo lento e l’estremo difensore riesce a recuperare prima che la palla oltrepassi la linea.

Casale si mette in proprio poco dopo e il suo destro dalla distanza sfiora l’incrocio dei pali. Tre minuti dopo sono decisivi i portieri, da una parte e dall’altra: prima Murru, ancora una volta in uscita bassa, sfila il pallone dai piedi di Muscau che aveva cercato di saltarlo; sulla ripartenza successiva, due contro uno degli attaccanti baroniesi, Mannazzu cerca di piazzare sul palo lontano ma la deviazione di Murtas è miracolosa.

A cinque minuti dalla fine, la difesa nuraghina si scopre e lascia spazio al sinistro di Scanu che colpisce il palo; la palla torna sui piedi di Mannazzu che, con freddezza, mette in rete per il vantaggio.

Doccia fredda per Nuraghe che si riversa in avanti con rabbia e su azione di calcio d’angolo, costruisce in maniera confusa una triplice occasione, ma Murru è insuperabile e respinge in ogni modo le conclusioni di Carta e Muscau.

Molto cinico, invece, ancora Mannazzu che chiude la pratica in ripartenza, servito da Scanu calcia forte sotto la traversa non lasciando scampo a Murtas e siglando il 3-1 definitivo.

 

MVP è inevitabilmente Mannazzu, decisiva la sua doppietta nel finale per regalare alla sua squadra la semifinale; anche se una nota di merito spetta a Murru, decisivo in più di un’occasione per non far andare i suoi sotto nel punteggio.

Per i Nuraghe Arrubiu il migliore è Muscau; ci viene da pensare che, se fosse stato schierato nelle partite precedenti, la squadra avrebbe avuto sicuramente un girone più agevole e una classifica migliore.

Dettagli

Data Ora League Stagione
Marzo 13, 2019 9:00 pm Fasi Finali 2018

Risultati


KO KO FT